.
Annunci online

  ilberrettoasonagli così è …. se mi pare …
 
Irpinia
 




Il berretto a sonagli
vi  consiglia :
 

una bella mostra
di Tamara
de Lempicka 
a Milano


alcuni disegni
su pietra di
Francisco
Fernandez











una mostra
a Barletta:
i pittori della felicità:

Zandomeneghi
De Nittis
Renoir


Una mostra di
Tiziano a Belluno




una rivista irpina
 

come le acque sporche
d'Irpinia  vadano da
Solofra ai nuclei ASI  
senza essere depurate
vedi pag. 25 e ridi
vedi pag. 33 - 37 e piangi
ma cerca di leggere tutto



il mio disegnatore
preferito
Norman Rockwell


una grande
Giornalista


Ancora acque
sporche in Campania



Uno sguardo
sul Governatore



un sito d'arte per
gli amanti della
lettura


Una brutta storia
all'ombra del Vesuvio



uno dei migliori
incisori contemporanei







una mostra da non
perdere:
Carracci



uno scrittore
libero




Tutte le immagini sono prese liberamente dal web e rielaborate personalmente. Il proprietario del blog si dichiara disponibile a rimuoverle nel caso ledessero un diritto d'autore, allo stesso modo è disposto a indicarne gli autori, qualora ne venisse fatta richiesta. L'Autore dichiara di non essere responsabile per i commenti inseriti nei post. Eventuali commenti dei lettori, lesivi dell'immagine o dell'onorabilità di persone terze non sono da attribuirsi all'Autore, nemmeno se il commento viene espresso in forma anonima o criptata. Questo blog non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità. Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62/200.







Locations of visitors to this page La verità fa Essere Liberi.


13 aprile 2007

vergogne irpine

La crisi comunale di Avellino si risolve ... a Napoli ...


La vicenda della crisi comunale è ogni giorno più patetica; non sapendo come risolverla senza perdere la faccia, i dirigenti diessini e della Margherita hanno deciso di spostare le trattative su un tavolo napoletano dove daranno il loro definitivo parere i segretari regionali De Mita e Amendola. La maggioranza consiliare, il Sindaco, i singoli consiglieri ormai non hanno più alcun ruolo se non quello di ratificare decisioni prese in altra sede. Ed ancora una volta il Berretto a Sonagli deve proporre ai suoi lettori un bel quadro di Hogarth – del ciclo “la campagna elettorale” - quanto mai attuale: nel dipinto si notano alcuni facinorosi che se le suonano di santa ragione; l’eletto che sta per cadere dal rozzo trono improvvisato; mendicanti, saltimbanchi e scimmie ammaestrate; maiali vari che scappano.  C’è anche un tunnel …




permalink | inviato da il 13/4/2007 alle 17:59 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (3) | Versione per la stampa


25 novembre 2006



Tempi nuovi per l’Irpinia ?



Il Senatore Pionati ha detto di voler intraprendere una nuova battaglia volta a modificare gli equilibri politici in Campania ed in Irpinia. Il Berretto a Sonagli ha voluto coglierLo nel momento in cui rimette in regola le lancette dell’orologio dello sviluppo delle nostre zone. L’orologio, come tutti sanno, è ormai fermo da decenni e quasi arrugginito.

Riuscirà nella sua nuova impresa? 

Cosa ne pensano i lettori del Blog?




permalink | inviato da il 25/11/2006 alle 13:36 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (8) | Versione per la stampa


16 novembre 2006



Il Borgo dei Filosofi … e dei mangioni.
Il Berretto a Sonagli esprime tutto il suo rammarico per non essere stato invitato al “Borgo dei Filosofi”, l’iniziativa promossa dalla Comunità Montana “Terminio Cervialto” e messa in campo attraverso i suoi numerosi strumenti di programmazione, ed in particolar modo il Pit “Borgo Terminio Cervialto”. Secondo quanto detto dagli organizzatori, dal 15 al 19 novembre si terranno in sei comuni irpini lezioni magistrali di filosofi della politica, etici, teoretici e della comunicazione. Oltre alle lezioni magistrali si terranno anche appuntamenti conviviali, mostre e happening di musica e poesia. La prima edizione del Borgo dei Filosofi avrà per tema “Condizione umana e ambiente: per un’etica del buon vivere”. Il Berretto a Sonagli – interessato più agli appuntamenti conviviali e alle tematiche del buon vivere – ha deciso però di partecipare lo stesso all’iniziativa e, preso dal timore reverenziale che hanno gli incolti al cospetto di Filosofi quali  Marotta, Marramao, Racinaro e Minichiello, ha voluto approfondire la situazione. E come al solito ha fatto ricorso ad Internet. Ed ha scoperto lo strano mondo del Pit “Borgo Terminio Cervialto” e del “Borgo dei Filosofi”. Facendo un clic anche i più incolti potranno vedere come il tutto sia stato organizzato per bene.

E, leggendo quanto detto dalla Comunità Montana in un suo analitico studio, la manifestazione Borgo dei Filosofi avrà – vedi pag. 3 - un  Costo stimato: XXXXXXXXXXXX  ed un budget per la definizione dei costi – vedi pag. 14 – pari a  XZXXXXX. Non è dato sapere cosa ci faccia quella Z birichina. Il tutto è stato opportunamente sottolineato. Da qualche ora ( venerdì 17 novembre ore 12 ) la pagina Internet - per evidenti motivi - è stata eliminata, ma il Berretto, che evidentemente è controllato a vista dai "Mangioni", rassicura i suoi pochi lettori di avere copia dell'originale. E preso da passione filosofica e speculativa il Berretto a Sonagli ha voluto approfondire la tematica del Pit “Borgo Terminio Cervialto”. E ha pertanto ritrovato e riposto nel suo Archivio del Gran Berretto una delibera della Giunta Regionale della Campania del 2004 che individuava alcuni interventi del Pit “Borgo Terminio Cervialto” ed i relativi costi .  Il tutto per la modica cifra di Euro 3.147.098.  Il Berretto sottolinea ai suoi lettori l’estrema importanza dei finanziamenti relativi al Borgo Card (implementazione di un sistema di moneta elettronica) e quello relativo alla Definizione dello sportello di conciliazione per il turismo. E continuando nella ricerca  ha anche ritrovato una dichiarazione del presidente della comunità Terminio Cervialto, Nicola Di Iorio:
“Il Pit Borgo Terminio Cervialto porterà sul territorio oltre 50 milioni di euro”. E quali siano questi interventi si potrà leggerlo facendo un altro clic.
  E si vedrà così che a Montemarano verranno spesi € 1.260.000. per un “edificio integratore di attività destinato alla valorizzazione della tarantella, una delle tradizioni più apprezzate e amate d’Irpinia, nata in tempi antichissimi a scopo mistico – terapeutico, per scacciare gli spiriti maligni dai posseduti”. A Paternopoli verranno spesi € 2.400.000. per la realizzazione della Cittadella del Carnevale Paternese. A San Mango sul Calore è invece previsto un finanziamento di € 2.465.000. per la realizzazione di una fattoria didattica, opera di cui si sentiva una grandissima necessità nella zona . Ed il Berretto a Sonagli vorrà ascoltare – alla luce dei documenti ritrovati – la lezione magistrale del prof. Racinaro (Scienza, Etica, Politica: sfere indipendenti), quella del Prof. Marramao ("Il buon vivere nella tensione della politica attiva") e la lezione magistrale del prof. Masullo (Paticita' e indifferenza).  Perché a tali cose non si può essere filosoficamente indifferenti … Il Berretto a sonagli – che stima molto il Prof. Masullo per i suoi grandi valori etici ed ascetici – si chiede come mai si sia ritrovato in una simile manifestazione gaudente. Lo stesso Berretto vuol rivolgere un benevolo rimbrotto agli organizzatori: trattandosi di filosofia e di mangiar bene perché non hanno invitato il più celebre filosofo del posto – quel gran pensatore della Magna Grecia - che, come diceva Montanelli, dalle sue finestre di Nusco non poteva vedere i cieli d’Europa ma solo caciocavalli? E poiché i filosofi invitati hanno grandi capacità speculative, ci sarà qualcuno di loro che farà una “lectio mirabilis”  sui costi dell’iniziativa ? E tutto ciò accade mentre il governo del prof. Prodi, con la sua finanziaria, minaccia tagli anche sui generi di prima necessità ...
Post Scriptum del 17 novembre
I soliti amici "velenosi" della Margherita, che quotidianamente fanno 'sì che il Berretto pubblichi esatte notizie, hanno dato ulteriori utili indicazioni. Il Comitato Scientifico de "Il borgo dei Filosofi" vede tra i suoi componenti tre autorevoli esponenti della Margherita: Nicola Di Iorio, Giuliano Minichiello e Giuseppe De Mita. 




permalink | inviato da il 16/11/2006 alle 16:6 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (3) | Versione per la stampa


10 novembre 2006



I veleni della Margherita…

In questi giorni molti mattacchioni arricchiscono il Grande Archivio del Berretto a Sonagli con documenti molto riservati, volendo evidentemente che siano divulgati. E poiché il Berretto a sonagli è accusato dai mattacchioni di voler parteggiare – con le sue dicerie e le sue riservate carte – per la parte più forte delle due componenti che si scontreranno nel prossimo congresso della Margherita, ha deciso di chiarire a tutti la sua posizione. Il Berretto è fortemente allergico a tutti i fiori della Margherita e ne auspica la disinfestazione quale erba graminacea, indifferente al fatto che essi fioriscano in campi Democratici o Monocratici. E pertanto non ha alcun interesse ad intervenire nelle vicende di quel congresso, dagli esiti scontati. E per essere evidentemente super partes, ha deciso di rendere noto ai suoi lettori quanto ricevuto in segreto: un “documento riservato e confidenziale” di cui sono ben noti gli autori. E non si comprende la ragione della natura riservata di tal documento che riguarda due società formate tutte da enti pubblici, per la fornitura di servizi ampiamente pagati dai cittadini.  Nel documento si teorizza che “ il canone d’uso in favore della società patrimoniale da parte del gestore sarà definito in modo generale ed astratto ovvero con un algoritmo di calcolo che prescinde dalla specificità del soggetto gestore di riferimento.




Ed il Berretto a Sonagli ha consultato i migliori dizionari per trovare la definizione di algoritmo: Dall'arabo al-KhuwÄ
’rizmi, a sua volta dal greco aritmhós. Un algoritmo è un metodo generale che risolve con una sequenza finita di mosse un problema dato. Secondo il gergo di Nusco potrebbe significare “a mo’ di membro canino”.  Nel caso in oggetto significa che la società Alto Calore Servizi deve determinare il canone d’uso alla Società Patrimonio in modo generale ed astratto, evidentemente al solo fine di consentire il pagamento dei compensi dei sette membri del c.d.a. , del presidente dell’assemblea, dei revisori dei conti etc etc della società Patrimoniale, che fino a qualche tempo fa aveva un solo dipendente.  E per leggere quanto fosse regolare la trasformazione del Consorzio idrico Alto Calore in due società di capitali basta fare un clic.
 

E a questa interrogazione nessuno ha ancora risposto e sono ancora in corso le indagini, con la celerità che esse assumono in terra d’Irpinia. Nel contempo uno degli autori del documento “confidenziale” si propone a quelli che una volta furono “liberi e forti” quale loro segretario provinciale. 




permalink | inviato da il 10/11/2006 alle 13:41 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (2) | Versione per la stampa


9 novembre 2006



Bullonerie Meridionali ...
una storia irpina di soldi spariti.


Come tutti ormai sanno, il Berretto a sonagli conta tra i suoi avi Bertoldo, che per qualche tempo fu alla corte del Re Alboino. Con tali umili origini il Berretto non può che prendere sempre le parti dei più deboli, che molte volte non sanno cosa accade nel regno dei potenti. E sa pure che i contadini e gli operai dell’Alta Irpinia molto difficilmente hanno nelle loro case un computer per collegarsi ad Internet. Ma questa storia vuole raccontarla lo stesso ai suoi pochi lettori, perché ve ne sarà sempre qualcuno che la racconterà poi agli interessati. Tra i suoi tanti documenti conservati  nell’Archivio Storico del Gran Berretto, ha ritrovato un significativo documento che riporta quanto detto al Senato il 22 luglio 2004. Il Senatore Flammia, un politico dabbene e per questo scomparso dalla scena politica nazionale, rivolgeva un’interrogazione su alcune industrie dell’Alta Irpinia  - si può leggere il tutto facendo un clic e poi andando alle pagine 22,23,24 e 25 –
E il sottosegretario Valducci, rispondendo all’interpellanza, precisava che la società Bullonerie Meridionali SpA ha fruito delle agevolazioni relativamente a due iniziative entrambe revocate. Precisava inoltre che il decreto di revoca delle agevolazioni concesse nell’ambito del contratto d’area di Avellino si è reso necessario a seguito della intervenuta sentenza di fallimento della ditta. Comunque, a fronte di complessivi euro 16.489.600,00 di contributo concesso alle Bullonerie Meridionali, risultano erogati
solo euro 6.496.304,76 dietro presentazione di polizza assicurativa per la quale è già stata avviata la procedura di escussione.  Nessuno ha più saputo niente di cosa  sia avvenuto dei sei milioni e mezzo di euro e della relativa procedura di escussione. Il Berretto a sonagli, ritenendo che con tutti quei soldi si possa fare del bene ai lavoratori licenziati, ha scelto il migliore investigatore sulla piazza : il mitico Sherlock Holmes. E l’investigatore londinese ha subito iniziato le sue ricerche insieme con il fido Watson. E, dopo aver svolto lunghe indagini sul Contratto d’Area e sulle sue procedure,  ha deciso di sentire tutti quelli che avevano avuto responsabilità dirette. E poiché solo i due Presidenti della Provincia di Avellino – Maselli e De Simone – avevano ricoperto la carica di Responsabile Unico del Contratto d’Area della Provincia di Avellino, per sapere dove si trovino quei soldi derivanti dalla polizza assicurativa, tra pochi giorni Holmes si porterà in Irpinia insieme con il fido Watson per interrogare i responsabili unici. E sembra che già sia sulla buona pista: ha infatti pronunciato la fatidica frase : “ Elementare, Watson ! “.

P. S.   La  De Simone con una opportuna correzione ha ricordato che anche Anzalone fu Responsabile Unico del Contratto d'Area. Ed Holmes vorrà certamente sapere qualcosa da lui per individuare " gli unici responsabili ".




permalink | inviato da il 9/11/2006 alle 21:27 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (6) | Versione per la stampa


7 novembre 2006



Contratto d’Area ... fritta con risvolti penali
velocemente archiviati.

Il Berretto a sonagli vuole oggi riproporre una veloce lettura storica della vicenda del Contratto d’Area per le aree industriali della Provincia di Avellino, oggi definita dal capogruppo regionale della Margherita, Mario Sena “situazione kafkiana”.  Lo stesso Sena se la prende con la Giunta Regionale – in cui è presente l’assessore irpino De Luca – rimproverando alla stessa di voler “rinviare il tutto ad un incomprensibile livello nazionale”.  Ma il Contratto d’Area di cui oggi si discute fu già investito da una precedente bufera giudiziaria, poi velocemente conclusasi. Per seguirla dall’inizio basta fare un clic.

 Ed il berretto a sonagli ha poi scovato – in un antico baule dell’Archivio Storico del Gran Berretto – un antico documento, oggi opportunamente cancellato dal sito internet di ASSE, in cui il responsabile unico del Contratto d’Area ing. Maselli – scrivendo al Presidente del Consiglio in data 31 agosto 2002- dichiarava candidamente : “ gli aggiornamenti istruttori sono stati bloccati a seguito degli accertamenti della Procura di Avellino con il sequestro avvenuto l’8/5/2002 di tutti i documenti presso il soggetto istruttore EPF e la cui conclusione abbiamo motivo di ritenere si avrà in tempi brevissimi.Come mai il responsabile unico del Contratto d’Area fosse a conoscenza di atti così riservati, non è dato sapere; ma ciò rientra nei misteri d’Irpinia di questi ultimi anni.  Ed il Berretto, per dar prova ai suoi lettori che non dice baggianate, pubblica alcuni stralci di quel documento, che forse sul video risulterà poco leggibile.

 

Ulteriori informazioni sulla vicenda i lettori le potranno trovare tra le notizie di stampa dell’epoca, sul bel sito di Economia 2000. Anche questo si apre facendo un clic.
 

E si vedranno le dichiarazioni di politici ed imprenditori che parlano di migliaia di posti di lavoro e dell’impegno per finanziare le imprese escluse.

Ad oggi molto poco è stato fatto e molte centinaia di lavoratori hanno perso il posto. Se la questione interessa il popolo del blog, nei giorni prossimi il Berretto parlerà delle questioni più recenti. Ma dovrà essere sollecitato dagli interessati.




permalink | inviato da il 7/11/2006 alle 21:22 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (4) | Versione per la stampa

sfoglia     novembre       
 

 rubriche

Diario
Avellino
Irpinia
Chi sarò mai ?
Campania Infelix

 autore

Ultime cose
Il mio profilo

 link

il fazioso liberale
maralai
cinzia - respiro
ventrotto
natoil4luglio
momo calascibetta
p.guzzanti
pensiero liberale
franco d'ercole
limpazienza
anatripalda
riflessiditana
il giardino delle ninfe
panopticon
clem.blogattivo
kritikon
l'importanza delle parole
adescalco marangoni
marangoni due
politcrack
il mango di treviso
raffaele la sala
avellino che vorrei
un posto nel mondo
eleonoraemme
enzo sara
ventrotto
liberali per Israele
annamaria chiariello
paolo chiariello
francisco fernandez
orpheus
giovanni d'ercole
sprofondorosso
avellinesi
antonio palmieri
portale delle libertà
arem
il cielo sopra kabul
sarcastycon
gaetano amato
gennaro romei
sandro feola
tania gnerre
fabio evangelista
giustizia giusta
potere sinistro
r.brunetta
riformista alchemico
c. aquino
marco ciano
le cose da dire
barbara di salvo
magna carta

Blog letto 1 volte

Feed RSS di questo blog Rss 2.0

Feed ATOM di questo blog Atom