.
Annunci online

  ilberrettoasonagli così è …. se mi pare …
 
Campania Infelix
 




Il berretto a sonagli
vi  consiglia :
 

una bella mostra
di Tamara
de Lempicka 
a Milano


alcuni disegni
su pietra di
Francisco
Fernandez











una mostra
a Barletta:
i pittori della felicità:

Zandomeneghi
De Nittis
Renoir


Una mostra di
Tiziano a Belluno




una rivista irpina
 

come le acque sporche
d'Irpinia  vadano da
Solofra ai nuclei ASI  
senza essere depurate
vedi pag. 25 e ridi
vedi pag. 33 - 37 e piangi
ma cerca di leggere tutto



il mio disegnatore
preferito
Norman Rockwell


una grande
Giornalista


Ancora acque
sporche in Campania



Uno sguardo
sul Governatore



un sito d'arte per
gli amanti della
lettura


Una brutta storia
all'ombra del Vesuvio



uno dei migliori
incisori contemporanei







una mostra da non
perdere:
Carracci



uno scrittore
libero




Tutte le immagini sono prese liberamente dal web e rielaborate personalmente. Il proprietario del blog si dichiara disponibile a rimuoverle nel caso ledessero un diritto d'autore, allo stesso modo è disposto a indicarne gli autori, qualora ne venisse fatta richiesta. L'Autore dichiara di non essere responsabile per i commenti inseriti nei post. Eventuali commenti dei lettori, lesivi dell'immagine o dell'onorabilità di persone terze non sono da attribuirsi all'Autore, nemmeno se il commento viene espresso in forma anonima o criptata. Questo blog non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità. Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62/200.







Locations of visitors to this page La verità fa Essere Liberi.


11 gennaio 2007



Sotto l’albero della cuccagna nel regno di Bassolino.


… ma dove siamo capitati ???
Il Berretto a Sonagli, per sua natura fantasioso, dissipatore e godereccio, mai avrebbe pensato che la Giunta Regionale della Campania potesse superarlo. Ma nella sera del 30 dicembre 2006 – forse per qualche bicchiere di champagne in più – la Giunta ha pensato bene di approvare ben 160 ordini del giorno dispensando soldi a destra e a manca: centomila euro per la fondazione dedicata ad Aniello Califano, autore di canzoni famose ancora oggi: Serenata a Surriento, Tiempe belle ’e ’na vota, Ninì Tirabusciò e ’O surdato ’nnammurato; cinquantamila euro all’Associazione culturale Europa Unita con sede in Frattamaggiore, impegnata “a sviluppare i valori sociali, culturali e tradizionali dei Comuni a nord di Napoli”; centomila euro al Premio Guglia “per diffondere la cultura cinematografica napoletana”; duecentomila per il Festival della satira di Salerno. Tra i tanti fondi elargiti per eventi gioiosi anche centomila euro al Comune di Mirabella Eclano, in provincia di Avellino, per i danni provocati dal sisma del 1962. E tra le tante elargizioni si sarebbe mai potuto negare un contributo alla Pro Loco di Ceppaloni per la “Sagra della Porziuncola e del formaggio pecorino”? E se i lettori del blog problematicamente si chiedono cosa c’entrino tra loro la sacra cappella ed il formaggio di pecora potranno richiedere una motivata risposta al Presidente del Consiglio Regionale signora Mastella che ben conosce il paese di Ceppaloni ed il suo Sindaco oggi anche Ministro. Per coloro che non vogliono affrontare l’esasperante burocrazia campana il Berretto a Sonagli dirà che la fiera fu chiamata Porziuncola, perché collegata con l’indulgenza tradizionalmente concessa a coloro che visitavano una chiesa francescana. Tale evento trova le sue origini nel 1437 quando il re Alfonso d’Aragona accordò ai coniugi Orsini, feudatari del luogo, di tenere a Ceppaloni un mercato una volta all’anno di domenica invece che di martedì.  Il pecorino sembra sia stato introdotto, per mitigare l’indulgenza, da un governatore clemente. Sempre nella stessa serata il campionato mondiale di tuffi da grandi altezze di Amalfi aveva un finanziamento di centomila euro e l’Associazione “San Giuliano martire di Giugliano” incassava  la stessa somma per “divulgare la storia del territorio legata alla tradizione storico-religiosa del popolo giuglianese” che, come tutti sanno ha enorme valenza culturale. Ed il tutto si è svolto sotto l’occhio vigile del Presidente Bassolino che ha rivendicato “il risanamento finanziario e il contenimento della spesa corrente come linea di intervento fondamentale della manovra”. E alla fine della serata tra spese varie e contributi le casse regionali hanno subito un aggravio di spesa di 59 milioni di euro, secondo i calcoli di un consigliere di opposizione, che ha scritto una lettera di protesta al Presidente della Repubblica Giorgio Napoletano. Il Berretto a Sonagli nel ringraziare Giuseppe Salvaggiulo de “il Giornale” per le preziose notizie, vuole sottoporre ai suoi lettori una pagina ritrovata sul BURC della Campania  che mostra chiaramente in quale paese siamo mai capitati.  E – se sono vere alcune notizie di stampa - anche la Procura Generale della Corte dei Conti della Campania ha aperto un fascicolo per presunti danni erariali per ben 243 milioni di euro .  Pagherà mai qualcuno per questi sprechi evidenti? Il Berretto a Sonagli nutre molte perplessità al riguardo.
Ed il popolo del blog cosa ne pensa?




permalink | inviato da il 11/1/2007 alle 22:3 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (7) | Versione per la stampa


1 novembre 2006



Il Governatore e le sue … partecipate.


In questi giorni il Governatore è molto nervoso perché la Commissione Regionale di Controllo – di cui è presidente Antonio Peluso – sta esaminando con attenzione la situazione delle società partecipate della Regione Campania, riscontrando numerose anomalie. E la gestione di queste società viene definita da Peluso “eufemisticamente allegra”. E la responsabilità ricade quasi totalmente sulla gestione Bassolino, perché ben 33 società su 37 sono state costituite dal 2001 al 2006. I dati sono catastrofici; ecco quanto emerge dalla relazione: 37 società partecipate direttamente dalla Regione (ma, con le partecipazioni indirette, il numero cresce ulteriormente), per un ammontare (i dati si riferiscono al biennio 2004/2005) di oltre 73 milioni di euro di contributi regionali, quasi 43 milioni di euro di perdite a fronte di 7 milioni di utili, 6.091 dipendenti che costano oltre un milione e mezzo di euro, 255 componenti dei consigli di amministrazione per una spesa di oltre sei milioni e mezzo di euro. Il berretto a sonagli fa notare ai suoi pochi lettori che tra i compiti istituzionali della Regione vi è quello della programmazione ma non quello della gestione. E pertanto forti dubbi emergono sulla possibilità dell’ente di costituire tali società. Ed oggi molti consiglieri regionali hanno timore che una indagine finanziaria su tali operazioni “allegre” possa portare ad interventi della Corte dei Conti con eventuali addebiti per i consiglieri che hanno dato il loro assenso a tali operazioni. Ed ognuno ci tiene alla propria tasca … Ed il Presidente Bassolino è talmente arrabbiato da definire la relazione sulle società miste “un dossier da servizi segreti”… E come non ricordare che molti dei membri dei diversi c.d.a. sono candidati "trombati" in elezioni recenti e funzionari di partiti del centro sinistra "organico" ....

Anche in Irpinia e ad Avellino vi sono molte società partecipate nascoste nelle pieghe dei bilanci.

Cosa ne dite se iniziamo una discussione?




permalink | inviato da il 1/11/2006 alle 10:20 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (6) | Versione per la stampa

sfoglia     novembre       
 

 rubriche

Diario
Avellino
Irpinia
Chi sarò mai ?
Campania Infelix

 autore

Ultime cose
Il mio profilo

 link

il fazioso liberale
maralai
cinzia - respiro
ventrotto
natoil4luglio
momo calascibetta
p.guzzanti
pensiero liberale
franco d'ercole
limpazienza
anatripalda
riflessiditana
il giardino delle ninfe
panopticon
clem.blogattivo
kritikon
l'importanza delle parole
adescalco marangoni
marangoni due
politcrack
il mango di treviso
raffaele la sala
avellino che vorrei
un posto nel mondo
eleonoraemme
enzo sara
ventrotto
liberali per Israele
annamaria chiariello
paolo chiariello
francisco fernandez
orpheus
giovanni d'ercole
sprofondorosso
avellinesi
antonio palmieri
portale delle libertà
arem
il cielo sopra kabul
sarcastycon
gaetano amato
gennaro romei
sandro feola
tania gnerre
fabio evangelista
giustizia giusta
potere sinistro
r.brunetta
riformista alchemico
c. aquino
marco ciano
le cose da dire
barbara di salvo
magna carta

Blog letto 1 volte

Feed RSS di questo blog Rss 2.0

Feed ATOM di questo blog Atom